I Vini del Veneto

Beniamino Maschio – De Bernard

Beniamino Maschio - De BernardAgli inizi degli anni ’50 la De Bernard si trasferisce a Conegliano dove inizia l’attività di spumantizzazione del Prosecco. Questa inimitabile tradizione di spumantizzazione e rispetto della materia prima, l’uva (Glera), è stata perpetuata da Beniamino Maschio, che nel 2002 ha acquisito questo gioiello di viticoltura e cantina, proseguendo il percorso dell’eccellenza intrapreso dalla famiglia De Bernard, valorizzando ancora una volta tutte le denominazioni attuali.

Prà

Vini PràUna vita dedicata alla vigna tra le antiche terre nere di Monteforte d’Alpone, quella di Graziano Prà.
Un uomo che ha colto il frutto del lavoro del padre per regalare al consumatore una delle Garganeghe più interessanti della denominazione.
Intransigente nella ricerca della qualità e della interpretazione dei suoli pregiati di cui dispone. Finezza ed eleganza nei vini, contrassegnati sempre da una piacevole mineralità.
La cantina ha una concezione moderna ma allo stesso tempo rurale che riprende i casali storici delle campagne attorno a Monteforte. Al suo interno ampi spazi per vinificazioni separate dei cru aziendali e tecnologia avanzata per rispettare il più possibile la naturalezza e l’integrità delle uve.

Cantine Umberto Bortolotti

Cantine Umberto BortolottiConseguito da alcuni anni il diploma di enotecnico presso la Scuola Enologica di Conegliano, nel 1947 Umberto Bortolotti realizzava le sue aspirazioni dando vita alle Cantine nello spirito pioneristico e nel fervore tipici del dopo guerra. Serietà ed entusiasmo gli procurarono da subito prestigio e nel 1954 l’Azienda fu trasferita nell’attuale sede, che divenne oggetto di successive ristrutturazioni ed ampliamenti in risposta alle mutate esigenze.
L’evoluzione, insita nello sviluppo dell’attività produttiva, non tradì mai l’etica personale e professionale cui fare riferimento.
Ed infatti serietà, operosità e rispetto verranno successivamente ereditati oggi anche dal figlio Bruno e da suo nipote Daniele alla direzione delle Cantine.
L’azienda Cantine Umberto Bortolotti, riferendosi alla tradizione locale cui affianca una tecnica progredita ed operando soprattutto una scelta qualitativa con tutti i propri conferitori delle colline di Conegliano e Valdobbiadene, da più di sessant’anni presenta i suoi vini Spumanti.
Con essi ha un rapporto di fiducia e di sempre crescente esigenza. E lo stesso rapporto chiede a quanti scelgono i suoi prodotti.
Allo scopo di rendere effettivi i propri obiettivi aziendali in un contesto moderno, si è quindi dotata nel 2003 del sistema di certificazione di qualità UNI EN ISO 9002:1994, divenuto poi UNI EN ISO 9001:2000 e quindi 2008, per la produzione di vini spumanti, frizzanti e tranquilli.
Dal 2009 è in corso una profonda ristrutturazione del reparto cantina tesa a migliorare condizioni ed organizzazione del lavoro nonché a sviluppare una sostenibilità ambientale sempre maggiore grazie a nuove soluzioni energetiche.

Le Salette

Le SaletteSi racconta una bella storia sulle colline di Fumane. La storia di una grazia ricevuta: era il 1860 e i contadini del posto, come ex-voto alla Madonna per avere liberato le loro vigne dal flagello della filossera, eressero in suo onore il santuario de La Salette, una chiesa che si sporge protettiva sul paese, arrampicata su uno spuntone di roccia, circondata da colline e vigneti. Alcuni di questi si stendono proprio poco sotto l’edificio sacro e appartengono da sempre ad una famiglia “storica” di vignaioli della Valpolicella: gli Scamperle, titolari dell’azienda che si chiama proprio come il Santuario.
Anche la loro è una storia bella, che racconta anni di fedeltà e passione per la terra, soprattutto per la viticoltura.
Da generazioni infatti la famiglia Scamperle si dedica alla coltivazione dei vigneti, il cui numero negli anni è andato gradualmente aumentando.
Oggi sono venti gli ettari di proprietà, sparsi negli angoli più vocati della Valpolicella Classica Doc: Fumane Cà Carnocchio, I Progni e Cà Melchiori, Sant’Ambrogio Conca D’Oro e a San Floriano Monte Masua.
Le uve coltivate sono le più classiche della zona: corvina, corvinone, rondinella, oseleta, un pò di molinara e croatina.
Una crescita lenta e prudente, in linea con una cultura contadina che non forza la mano alla natura ma ne asseconda i ritmi per esaltarne le caratteristiche e l’originalità.
Le Salette non si è mai fermata, trovando la sua ragione d’essere nella ricerca ostinata e costante della qualità; uno sforzo, questo, condiviso da tutta la famiglia.
In un’azienda a conduzione familiare il lavoro è sempre tanto, spesso non dà tregua: pure c’è sempre tempo per l’amico che va a trovarli, per l’ospite di passaggio.
La porta di Casa Scamperle e de Le Salette è sempre aperta: all’eccellenza dei prodotti e alla cordialità.
Anche per questo i loro vini sono così buoni: il Valpolicella, il Valpolicella Superiore Ripasso “I Progni”, l’IGT Veronese “Cà Carnocchio”, l’Amarone e il Recioto della Valpolicella, il Passito bianco “Cesare”, il monovitigno Molinara e solo nella grandi annate il “Pergole Vece” sia Amarone che Recioto.

Tenuta Mosole

Tenuta MosoleIn provincia di Venezia, nella zona più orientale ai confini con il Friuli, sorge la Tenuta Mosole il cui accesso principale si pone proprio lungo la “Strada dei Vini”, ben noto percorso turistico enologico-culturale.
La cantina modernamente attrezzata e attigua ai vigneti, comprende il reparto vinificazione, il locale imbottigliamento e di stoccaggio vini.
Dal 2003 l’azienda ha ampliato la struttura con una cantina interrata capace di contenere l’alloggiamento di oltre 500 barriques per l’affinamento dei cru.
Tutti i processi di coltivazione, cura e vinificazione sono rigorosamente e personalmente seguiti da Lucio Mosole che dedica spazio privilegiato alla degustazione nella propria ampia e accogliente taverna della casa, che rispetta lo stile architettonico dei casolari del nostro territorio.
Le caratteristiche del terreno sono frutto di antiche alluvioni, cambi frequenti di alveo e depositi differenziati di particelle di argilla che, a profondità modeste, formano depositi di carbonati, preziosi proprio per regalare tipicità e intensità di profumi al vino.
Lucio Mosole condivide l’opinione che il vino nasca nel vigneto per poi evolvere e maturare in cantina.
Si reca quindi in Francia, Piemonte e Toscana, per attivare un confronto professionale con aziende di grande prestigio e affinare così il percorso che lo porta alla viticoltura di qualità superiore che a tutt’oggi lo distingue.
Mette a dimora i suoi primi 4 ettari a “Guyot” agli inizi degli anni ’90, progressivamente rinnova altri 22 ettari fino ad avere attualmente la quasi totalità della superficie vitata a “Guyot”.
E’ proprio da questi vigneti, dall’attenta selezione dei grappoli e dalla vendemmia a mano che nascono i vini Hora Sexta e Ad Nonam.
La distribuzione attuale delle viti, nei 30 ettari dell’azienda, si divide tra: Lison, Chardonnay, Pinot Grigio, Cabernet, Merlot e Refosco dal P.R.
Ogni intervento attuato per la salute del vitigno e la lavorazione delle uve è attento all’equilibrio dell’ecosistema, consapevoli che il rispetto della propria terra garantisce il benessere di chi ne gusta i frutti.
I progetti futuri si orientano al rinnovo ulteriore dei vigneti, rispettando la composizione del terreno e le caratteristiche geologiche e climatiche della zona perché l’obiettivo principale è la ricerca di un vino che rappresenti la terra da cui nasce, diventando così esclusivo e inconfondibile.

 

[stag_button url=”http://www.romahorecaservice.it/prodotti/vino-e-bollicine/” style=”blue” size=”medium” type=”normal” target=”_self” icon=”arrow-circle-left” icon_order=”before”]Vino e Bollicine[/stag_button]

Quality Beverage